Home » Sesso » Sex » Cina a tutto sesso

Cina a tutto sesso

La condanna di Chen Hui non ferma il mercato della porno Cina a luci rosse. Aumenta a vista d'occhio il mercato porno, nonostante il sesso sia ancora un tabù, nel paese dagli occhi a mandorla i consumatori del sesso non si contano più

a cura di <a href="mailto:sergio.cardella@parisi.net">Nunzia Posillipo</a>

PORNOLANDIA L'immensa Cina offre ad ogni angolo uno svago ad alto tasso erotico. Può capitare di andare dal parrucchiere e trovarsi in una situazione totalmente diversa da quella canonica, con ragazze e ragazzi che cercano di deliziarci in modi non proprio casti. Oppure alloggiando in un albergo a cinque stelle abbiamo diritto ad un servizio completo... Cinesi disposti a tutto per il sesso, anche a pagare ratealmente un divertimento hot...

UNA CONDANNA ESEMPLARE L'industria del porno in Cina sta dando ottimi guadagni e il giovane Chen Hui non ha perso tempo. Il 28enne fonda il portale Pornographic Summer , neanche a dirlo il numero di utenti è altissimo e lui riesce a crearsi un piccolo impero. Purtroppo Hiu si è trovato a vivere nel paese sbagliato, infatti in Cina la pornografia è illegale. Le sanzioni sono molto severe dai tempi del regime di Mao Tse Tung . Il boom e le riforme economiche hanno reso meno severe le punizioni ma nonostante tutto Hui non è riuscito a scappare alle maglie della legge. Il re del porno ha avuto una condanna all'ergastolo. Pena decisamente troppa severa secondo i parametri occidentali e non. Le parole della sessuologa Li Yinhe fanno riflettere " La Cina non è ancora uscita dal Medioevo del sesso". Parole dure verso una mentalità ipocrita, condannare un solo uomo in modo spropositato quando il mercato della pornografia e soprattutto della prostituzione dilagano a macchia d'olio in tutto il paese.

IL MONDO DELLA PORNOGRAFIA L'illustrazione sessuale si può dire che sia sempre esistita, basti pensare agli affreschi di Pompei, ma solo nel 1920 in America diventa un vero e proprio business, la rivista Playboy ne è un perfetto esempio. Per quanto riguarda le pellicole porno le prime furono realizzate nel 1900. Dopo il 970 iniziarono a circolare legalmente negli Stati Uniti i primi film porno e man mano anche in Europa. Alcuni titoli storici sono: Mona, Gola profonda, Curve deliziose con porno star del calibro di Cicciolina, di Moana Pozzi. I generi pornografici nel tempo si sono differenziati, eccone alcuni:

- il porno-chic -la pornografia anale
- la pornografia feticista
-la pornografia omosessuale
- la pornografia prenatale, dove ci sono amplessi con donne gravide
-la pornografia escrementizia
-la pornografia bestiale, in cui donne copulano con diversi animali

Ovviamente alcuni di questi generi a molti possono risultare disgustosi, ma fruttano comunque milioni di euro ogni anno.

LA LOTTA CONTRO LA PEDO-PORNOGRAFIA Se in una società libera e democratica la libertà d'espressione è basilare e permette la diffusione della pornografia, non si può permettere però che bambini e minorenni sia sfruttati. Purtroppo il giro della pedo pornografia ogni anno miete milioni di vittime, soprattutto nei paesi in via di sviluppo.

IL PUNTO DI VISTA DELLA CHIESA La morale cattolica da sempre condanna la pornografia, considerandolo un atto che lede alla dignità della persona umana. Ecco le parole del Catechismo della Chiesa Cattolica: " La pornografia sottrae all'intimità dei partner gli atti sessuali mostrandoli a terzi. Offende la castità dell'atto coniugale. Immerge gli individui in un mondo irreale, è compito delle autorità locali impedire la produzione e la diffusione di materiale pornografico". Cosa ne pensate? E' giusta la condanna di Chen Hui? Approvate la pornografia?

Caricamento in corso: attendere qualche istante...

Commenti dal 1 al 2
(2)

spabcn martedì, 5 dicembre 2006

e come dici si chiama il sito?

e come dici si chiama il sito? Perchè vorrei vedere queste cinese nei film porno. Da 5 mesi in Cina, cioè più di 150 giorni, e non ne ho visto nemmeno una carina! e bhe, le tette.. non me le ricordo più.
E queste brutte fanno film porno?..

n° 2
marco lunedì, 4 dicembre 2006

Condanna troppo poco severa

LA condanna ai lavori forzati sarebbe stata più equa...40 anni di lavoro ti fanno cambiare davvero

n° 1
Caste lunedì, 4 dicembre 2006

Re: Condanna troppo poco severa -

> LA condanna ai lavori forzati sarebbe stata più
> equa...40 anni di lavoro ti fanno cambiare davvero

Li darei a te un po' di lavori forzati, è per colpa delle persone quadrate e chiuse come te se in molte situazioni l'uomo ha fatto la scelta sbagliata. Io non voglio giudicare in particolare il tuo odio verso il porno(chissà perchè poi), sono affari tuoi, solo che quando leggo certe stupidaggini davvero mi scandalizzo. Per i porno no.

Arvicora lunedì, 4 dicembre 2006

ma sei pazzo???

> LA condanna ai lavori forzati sarebbe stata più
> equa...40 anni di lavoro ti fanno cambiare davvero

troppo POCO severa? ma ti rendi conto????
ora spiegami: che male ha fatto sto tizio?
rubato? ucciso? non capisco.

mandiamo a lavorare quelli che fan trasmissioni come uomini e donne! sperando che il lavoro li cambi! mandiamo a lavorare i politici e tutte le personcine che stanno nei posti di comando sulle loro belle poltrone a dare ordini e intascare soldi! mandiamo ai lavori forzati i pedofili... loro si che fanno danni!!! ci son cose ben peggiori della pornografia e non punite!

mirc lunedì, 4 dicembre 2006

Re: ma sei pazzo???

hai perfettamente ragione. Più fai poco nella vita e più guadagni. questo è ciò che ci insegna la tv.

Chiudi
Aggiungi un commento a Cina a tutto sesso...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori